direttore@collezionedeltalento-museodigitale.com

ENZO CUCCHI: biografia ed opere

Museo di grafica e multipli d'autore, d'arte moderna e contemporanea

Enzo Cucchi nasce il 14 novembre del 1949 in un paesino vicino Ancona, Morro d’Alba. Da ragazzo lavora come assistente di restauro di libri e quadri. Inizia il suo cammino verso la pittura da autodidatta, ottenendo anche dei premi. Verso la metà degli anni ’70 il suo interesse per la pittura si rafforza e, a Roma, conosce Francesco Clemente e Sandro Chia, con i quali, successivamente, insieme anche a Mimmo Paladino e Nicola De Maria, prenderanno parte al movimento artistico della Transavanguardia, guidato da Achille Bonito Oliva. Fin dall’inizio il suo lavoro era caratterizzato dall’originalità, rispetto a ciò che erano le opere degli anni settanta. Utilizza materiali nuovi che però mantengono sempre, come base, le tecniche tradizionali. Espone presso molte gallerie italiane, in particolare presso Emilio Mazzoli a Modena (dal 1979), e GianEnzo Sperone a Roma e New York (dal 1981 al 1985). Con il gruppo della Transavanguardia partecipa a numerose mostre in importanti musei internazionali, come la Kunsthalle di Basilea (1980), il Guggenheim Museum e lo Stedelijk Museum di Amsterdam (1982), la Tate Gallery di Londra (1983), il Museum Würth di Künzelsau (Germania, 1998); il gruppo espone anche alla XXXIX Biennale di Venezia e la XI Biennale di Parigi (1980), alla IV Biennale di Sidney, Documenta 7 a Kassel e Zeitgeist a Berlino (1982). Gli anni ’80 lo vedono come il protagonista della nuova figurazione, portandolo alla collaborazione con importanti galleristi internazionali come Bruno Bischofberger a Zurigo, con Mary Boone-Michael Werner a New York e Bernd Klüser a Monaco. Gli sono state dedicate mostre personali presso la Kunsthaus di Zurigo, Solomon R. Guggenheim Museum di New York e il Centre Georges Pompidou di Parigi, il Lenbachhaus di Monaco, la Wiener Secession di Vienna , il Museo Luigi Pecci di Prato, la Galleria Civica di Modena e la Fundaciò Joan Mirò di Barcellona e il Carrè d’Art di Nîmes. Enzo Cucchi ha collaborato in ambito teatrale e poetico – letterario.Tra le opere permanenti realizzate dall’artista in questi ultimi anni si ricordano il mosaico per il Museum of Art di Tel Aviv, la ceramica monumentale per l’Ala Mazzoniana della Stazione Termini a Roma, i due lavori in ceramica per la Stazione Salvador Rosa di Napoli e il mosaico per l’aula delle udienze del nuovo Palazzo di Giustizia di Pescara.