direttore@collezionedeltalento-museodigitale.com

JEAN-MICHEL FOLON. Biografia e tour virtuale dell’opera dell’artista.

Museo di grafica e multipli d'autore, d'arte moderna e contemporanea

JEAN-MICHEL FOLON

Jean-Michel Folon. Biografia

Jean-Michel Folon nacque a Uccle (Belgio) il 1° marzo 1934. Iniziò gli studi presso l’École Saint-Luc di Bruxelles, per ritirarsi nel 1955. A seguito si trasferì a Parigi , dove si dedicò alla grafica, influenzato dal lavoro di Pablo Picasso e dei surrealisti. Nel 1960, i suoi lavori ricevettero i primi riconoscimenti con le pubblicazioni delle riviste Esquire, Horizon, The New Yorker e Time. Con lo scrittore Giorgio Soavi, dal 1967 iniziò varie collaborazioni per progetti sviluppati per Olivetti, per cui produsse i libri illustrati La metamorfosi di Franz Kafka e Le Cronache marziane di Ray Bradbury.

Il successo presso la galleria Lefebre di New York.

Ma fu nel 1969 che presso la galleria Lefebre di New York fece conoscere i suoi acquerelli a tutto il mondo con una mostra. Nel1970 arrivarono le prime esposizioni in Italia in occasione della Biennale di Venezia nel padiglione belga e presso la galleria “Il Milione” di Milano. Nello stesso anno realizzò un murales per la metropolitana di Bruxelles dal titolo Magic City.

Le nuove esperienze artistiche

Si dedicò inoltre alla produzione di manifesti per il Festival dei Due Mondi, per il Festival di Cannes, e tante altre manifestazioni. Negli anni ottanta arrivarono le esperienze di scenografia, scultura su legno e la creazione di cartoni animati. Con l’arrivo degli anni novanta le sue opere conobbero anche la traduzione in pietra e bronzo. Il 27 ottobre del 2000 venne inaugurata una fondazione a suo nome con sede al parco de La Hulpe, nei dintorni di Bruxelles, dove si trovano più di trecento opere e nel 2003 fu insignito dell’Ordine della legione d’Onore, dal presidente della Repubblica francese Jacques Chirac.

Folon Firenze”

Nel 2005 a Firenze si tenne la più grande mostra dell’artista, “Folon Firenze”, dove vennero esposti i suoi famosi acquarelli e le sue sculture, presso il Forte di Belvedere. Il 20 ottobre 2005 l’artista si spense a Montecarlo.

Nel 2011, successivamente alla sua morte, parte di tali opere sono state donate dalla moglie alla città di Firenze.

Jean-Michel Folon. Opera “Ruines Circulares”