direttore@collezionedeltalento-museodigitale.com

PIETRO ANNIGONI: biografia ed opere

Museo di grafica e multipli d'autore, d'arte moderna e contemporanea

Pietro Annigoni: biografia

Pietro Annigoni è nato il 7 giugno 1910 a Milano. Insieme alla famiglia si trasferisce da fanciullo a Firenze, dove frequenta prima il Collegio dei Padri Scolopi e successivamente la Scuola Libera di Nudo dell’Accademia di Belle Arti: qui conobbe i suoi maestri Felice Carena per la pittura, Giuseppe Graziosi per la scultura, Celestino Celestini per la grafica. A Firenze si lega a personalità della cultura come il letterato Renzo Simi, il pittore e scultore Mario Parri, lo storico Carlo Francovich, lo studioso d’arte Niccolò Rasmo. Specializzato in ritrattistica, la sua attività è nota soprattutto per il ritratto del 1955 della Regina Elisabetta II del Regno Unito. Ne eseguì molti altri, tra cui anche per il Papa Giovanni XXIII, John Fitzgerald Kennedy, il Principe Filippo e la Principessa Margaret; ed è per questo che fu soprannominato “il pittore delle regine” , sebbene i soggetti che Annigoni preferiva ritrarre erano persone meno agiate, di cui riusciva ad evidenziare non solo l’aspetto esteriore, ma anche i loro sentimenti. Tra questi si ricorda il ritratto di Cinciarda, un barbone che frequentava il suo studio Fiorentino durante la Seconda Guerra Mondiale. Innumerevoli le sue mostre in Italia e all’estero, tra cui molte si svolsero alla Royal Academy di Londra. Negli ultimi trent’anni della sua attività lavorativa  fu impegnato nella realizzazione di importanti cicli decorativi, il cui tema erano ambiguamente il sacro ed il profano. Nel 1969 muore la sua prima moglie e dopo anni di dolorosa solitudine, incontra colei che diventerà la compagna fino alla fine dei suoi giorni: la giovanissima modella Rossella Segreto, che sposa nel 1976. Annigoni dipinge fino a quando si spegne a Firenze il 28 ottobre del 1988.