direttore@collezionedeltalento-museodigitale.com

TURI SIMETI: biografia e opere

Museo di grafica e multipli d'autore, d'arte moderna e contemporanea

Nato ad Alcamo (TP) il 5 agosto 1929, dopo gli studi svolti nella città natale e quelli di legge a Palermo, negli anni cinquanta si trasferì a Roma, dove frequentò gli studi di artisti quali Tano Festa, Alberto Burri e Mario Schifano. Proprio dall’incontro con Burri scaturì la ricerca della forma ovale. Ricerca che da allora identificò significativamente la produzione di Simeti e le sue tele tridimensionali. Una pittura, quella di Simeti, dove i chiaroscuri sono prodotti non dal colore, ma direttamente dalla luce che inondando la superfice estroflessa della tela, creando forme in continua mutazione. Si creano così originali valori di profondità e movimento, partendo dal rapporto tra campo visivo della tela ed entità geometrica dell’ovale, in un contino variare di luci ed ombre. Tra le attività principali si ricordano: nel 1963, partecipazione alla Rassegna Arti Figurative di Roma e del Lazio, al Premio Termoli e alla mostra Arte Visuale a Firenze; nel 1965, esposizione a Milano (dove si trasferisce nello stesso anno), presso Zero Avantgarde, ; tra il 1966 ed il 1969, Artist in Residence su invito della Fairleigh Dickinson University, presso New York.

Degli anni ottanta si ricorda la realizzazione presso Gibellina dell’opera “Impronta”; l’allestimento di mostre personali presso Studio Grossetti di Milano, Galerie Passmann di Friburgo, Galerie Wack di Kaiserslautern, Galerie Maier di Kitzbüehl, Galerie Ahrens di Coblenza, Galeria Paulo Figueiredo de San Paolo, Galerie 44 di Düsseldorf , fiera di Chicago, Galerie Apicella di Bonn e Galerie Monochrome di Aachen.

Nel 2014 è stato designato Artista dell’anno e ha così vinto il Premio delle Arti ed il Premio della Cultura, conferitogli al Circolo della Stampa di Milano.